PARTENOPE            BONSAI-ART

 

 

 

Stile Ikadabuki ( Zattera )  

Ovviamente fra questi ci deve essere uno più grosso , il quale sarà poi il leader .Quest'ultimo è preferibile che abbia i rami solo da un lato. Si elimineranno tutti i rametti  troppo piccoli di solito quelli inferiori ai sette cm. , e si eviterà di intervenire sulle radici . Il lato con meno rami sarà la parte inferiore . Per creare la tridimensionalità e quindi la profondità futura si posizionerà la parte curva verso il retro.

Dopo questa selezione si legherà il tronco con un filo in modo che si potrà piegare e dare movimento alle parti di tronco poco interessanti , non solo ma cosi potrà essere localizzato visto che verrà interrato.

                                                                                                 

 E-mail:

 

 

 

Ogni ramo verrà ripulito fino fino ad un terzo o al massimo alla metà . A questo punto si avvolgeranno con il filo e si posizioneranno in modo da creare un bosco oppure una foresta . Il filo per avvolgere i rami verrà agganciato al filo grande che abbiamo già messo come tutore del tronco.

Incidere la corteccia sotto il tronco . Per stimolare lo sviluppo di radichette si possono utilizzare ormoni radicanti previo inumidito i tagli. Interrare il tronco non profondamente in un contenitore usando la perlite come terriccio , inquanto essa è usata in floricoltura perchè favorisce l'emissione di radichette. Dopo un anno e mezzo verificate se sono uscite le nuove radichette.

Ecco come potrebbe essere in futuro.

 

Questo stile è chiamato comunemente " a zattera " , poichè gli alberi che appaiono come soggetti isolati in realtà sono i rami di un albero caduto ,educati per anni a sembrare alberi singoli. Infatti il termine giapponese Ikadabuki indica proprio un albero caduto . La differenza tra lo stile a zattera e quello a tronchi multipli sta proprio nel fatto che mentre nel primo sono i rami di un singolo tronco a formare un gruppo , nel secondo a formare il gruppo sono più alberi singoli che non hanno la stessa radice  .

Per realizzare uno stile a zattera bisogna  procurarsi un albero con tanti rami e di dimensioni diverse .

 

 

 

di   GENNARO   MANZONE

 

 HomeAttività |   Links    | Galleria