E-mail:

 

          PARTENOPE            BONSAI-ART

 

Questo stile è uno di quelli che trasmette molta naturalezza e prospettiva . Ovviamente è uno stile a gruppo e si può definire una foresta in miniatura le cui  regole per una composizione armoniosa sono molto complicate. Per realizzarlo si  piantano più alberi nello stesso vaso o lastra di roccia. Il loro numero deve essere superiore a tre , sempre in numero dispari e di dimensioni diverse . Se per fare una foresta  bonsai si usano alberi sottili  e numerosi essa darà l'illusione di una foresta lontana , al contrario se si usano alberi che hanno un tronco grosso , la foresta darà l'impressione di essere vicina ( i giapponesi la chiamano " veduta da lontano o da vicino.") . Esistono foreste bonsai costituiti da essenze diverse , ma a me  non piacciono . Preferisco usare alberi della stessa essenza . Di solito si usano alberi che come soggetti isolati non hanno futuro infatti i giapponesi li chiamano " alberi per fare foreste bonsai ". Nella composizione si deve fare in modo che l'insieme non sia monotono cioè gli alberi saranno leggermente inclinati verso destra e verso sinistra ovviamente qualcuno anche verso il retro e verso il fronte . Si deve fare in modo che nessun albero deve coprire l'altro  tutti devono essere visibili . Si possono mettere gli alberi più sottili dietro per dare tridimensionalità . Lo spazio tra albero e albero non deve essere mai uguale . Passando alla parte aerea , i rami che crescono  verso l'interno del bosco vanno eliminati anche perchè muoiono comunque per mancanza di luce.

 

YOSE-UE ( Foresta)

 

KIMURA

 

di   GENNARO   MANZONE

 

    Home Attività |   Links    | Galleria